Controllo di produzione Stampa
Soluzioni - Controllo di produzione

CONTROLLO DI PRODUZIONE

Il nostro sistema CONTROL-PRO consente di monitorare la produzione di qualsiasi tipologia aziendale, indipendentemente dal sistema informativo presente, sfruttando una struttura hardware e software sicura e flessibile.

STRUTTURA

Il nostro sistema di controllo della produzione è stato progettato utilizzando una struttura modulare al fine di ottenere una elevata flessibilità che premette l'adattamento alle diverse realtà produttive. CONTROL-PRO è basato su una parte periferica, installata "in campo", che permette l'immissione e il rilevamento dei dati nel sistema stesso e di un elaboratore che rileva, interpreta e gestisce i dati, anche a livello grafico.

Il software è sviluppato in ambiente Windows e necessita di una struttura hardware dotata di un PC connesso a una rete di basso livello, costituita da un concentratore, una serie di terminali per la raccolta dati e (opzionalmente) un terminale di interfacciamento con l'operatore.

Schema CP

In campo, sono installati terminali "intelligenti", programmati in base alle esigenze del cliente, che permettono di risolvere le problematiche più disparate.

L'architettura prevede

  • un computer, con la funzione di SERVER, dedicato al rilevamento, organizzazione e memorizzazione dei dati in un DBMS (Database Management System)
  • uno o più computer CLIENT collegati in rete al SERVER che accedono ai dati in modalità di visualizzazione ed elaborazione.

Si realizza in questo modo un'architettura CLIENT-SERVER che:

  • svincola il salvataggio dei dati dalla loro forma di rappresentazione
  • permette la condivisione dei dati tra più CLIENT (ad es. il CLIENT installato in officina potrebbe avere accesso ai soli dati relativi alle macchine, mentre il CLIENT installato nell'amministrazione potrebbe accedere ai soli dati delle produzioni, o a tutti i dati).

 

SALVAGUARDIA DEI DATI

In funzione delle criticità, dell'importanza e della quantità dei dati rilevati, è possibile implementare nel SERVER ulteriori dispositivi di sicurezza, per migliorare la salvaguardia dei dati stessi: clustering su più computer, replicazioni dei dati, utilizzo di più unità di memorizzazione speciali (Fault-Tollerant), ecc.

E' inoltre possibile ridurre la complessità dell'hardware, utilizzanodo un unico computer sia come SERVER (rilevamento e salvataggio dei dati) che come CLIENT (visualizzazione).

Salvaguardia dei dati